GUIDO PODESTA' SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-esclusiva-a-guido-podest-4051.html

 

BERNARD SCHOLTZ SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-a-bernard-scholz-presidente-compagnia-delle-opere-3494.html

 

FRANCO GIANNI SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-a-francesco-gianni-fondatore-e-senior-partner-dello-studio-gianni-origoni-grippo-partners-3571.html

 

GIOVANNI LEGA SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-a-giovanni-lega-presidente-asla-associazione-italiana-studi-legali-associati-3619.html

 

GIAMPAOLO SALVINI SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-a-gianpaolo-salvini-direttore-di-civilt-cattolica-3198.html

 

PIERLUIGI CELLI SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-a-pierluigi-celli-direttore-generale-delluniversit-luiss-guido-carli-di-roma-3850.html

 

CLAUDIO PASINI SU FINANZAEDIRITTO.IT

http://www.finanzaediritto.it/articoli/intervista-esclusiva-a-claudio-pasini-presidente-di-manageritalia-4081.html

 

AULETTA ARMENISE E ROTHSCHILD

Il consigliere delegato di UBI Banca sarà il nuovo presidente non esecutivo di Rothschild Spa, divisione italiana del Gruppo che opera nel private banking. Leggi articolo...

 

ARBITRO BANCARIO

L'Arbitro Bancario Finanziario sarà il nuovo organo che, a partire da ottobre, sostituirà l'Ombusdman dell'Abi in merito alle controversie presentate dai clienti, sull'operato degli intermediari finanziari. Leggi articolo...

 

ALDO PANZARINI CONSIGLIERE

Il Consiglio d’Amministrazione di EstCapital Group, ha attribuito a Panzarini l’incarico di seguire le attività di sviluppo e marketing dei prodotti del Gruppo. Panzarini, inoltre, è stato nominato Consigliere di Palladium Sgr Spa specializzata, sempre nell’ambito del Gruppo, in fondi infrastrutturali quali il RealEnergy. Leggi articolo...

 

BANCA SARA RADDOPPIA

E' cresciuta tra il mese di maggio e quello di giugno la raccolta di Banca Sara PI. La rete guidata da Marco Riva ha visto passare il flusso totale da 12,821 milioni di maggio ai 30,334 milioni di giugno. In particolare nel mese di giugno il segmento gestito ha generato un flusso di 52,534 milioni, in crescita rispetto ai 38,230 milioni di maggio. Nel segmento gestito in evidenza il comparto fondi con un flusso di 52,917 milioni, in decisivo aumento rispetto ai 38,800 milioni di maggio. Anche nel mese di giugno, come in maggio si è verificata la stessa situazione, ossia che il flusso del comparto fondi ha primeggiato contribuendo per oltre il 90% alla raccolta totale del gestito. Nel segmento amministrato invece resta il segno meno con un flusso a giugno pari a 22,200 milioni, comunque in miglioramento rispetto a quello di maggio (-25,409 milioni). In tale segmento si distingue la liquidità il cui deflusso è pari a -12,401 milioni. A livello di rete il numero di promotori finanziari attivi per Banca Sara risulta pari a 432 unità.

 

ALLIANZ BANK MIGLIORA

Migliora di circa oltre 20 milioni la raccolta netta totale di Allianz Bank FA. Tra il mese di maggio e quello di giugno essa è passata dai -34,031 milioni di maggio ai -12,963 milioni. Nel mese di giugno il risparmio gestito ha registrato una raccolta di 43,959 in netto miglioramento rispetto ai 32,042 milioni del mese di maggio. Nel gestito si contraddistingue soprattutto il comparto assicurativo con 68,484 milioni di raccolta, in aumento rispetto ai 63,469 milioni di maggio. Migliora anche il comparto delle gestioni patrimoniali. Le gpm pur restando in terreno negativo migliorano il flusso di raccolta passato da -21,203 milioni a -9,814 milioni. Restano sottotono i fondi che presentano ancora un deflusso, questa volta pari a 10,633 milioni. A livello di unità la rete guidata da Giacomo Campora presenta un bilancio negativo avendo perso 8 unità ed essendo passata da 2020 a 2012 promotori finanziari.

 

BANCA GENERALI CRESCE

Raccolta in crescita per Banca Generali. La rete facente parte del Leone di Trieste ha registrato nel mese di giugno una raccolta netta totale di 53,522 milioni rispetto ai 50,470 milioni del mese di maggio. In particolare nel segmento gestito la rete ha generato un flusso di 28,920 milioni, di cui la maggior parte 27,139 milioni derivanti dal segmento assicurativo. Tale segmento dimostra la stessa tonicità dimostrata nel mese di maggio quando il flusso era stato di 27,038 milioni e il gestito aveva registrato un flusso di 20,747 milioni. Migliora il flusso dei fondi che passa da un risultato negativo di maggio (-4,142 milioni) a un flusso positivo in giugno pari a 2,888 milioni. Ancora sottotono le gestioni patrimoniali che segnano un deflusso di 4,922 milioni. Per quanto riguarda invece il segmento amministrato il flusso è in ribasso passato da 29,772 milioni a 24,632 milioni di giugno. Recupera terreno il comparto liquidità passato da un deflusso di 57,287 milioni a un flusso di 31,882 milioni. Titoli invece giù con un passaggio da un flusso di 87,010 milioni a un deflusso di 7,250 milioni. Saldo negativo anche a livello di unità con la rete a -10 promotori finanziari, essendo passata da 1321 a 1311 pf.

 

UBI BANCA

Con una raccolta in crescita rispetto al mese di maggio UBI Banca registra un flusso pari a 15,967 milioni di raccolta netta totale nel mese di giugno. La rete è molto debole nel risparmio gestito ove i deflussi raggiungono quota 21,204 milioni mentre nel mese di maggio la rete era riuscita a registrare una raccolta positiva per 12,364 milioni. Nel gestito il comparto dei fondi registra un deflusso di 22,190 mlioni controbilanciato dal settore assicurativo che registra invece un flusso di 7,117 milioni. Una situazione letteralmente differente rispetto a maggio quando il comparto fondi mostrava tonicità, avendo registrato flussi pari a 15,188 milioni. Sempre sottotono le gestioni patrimoniali, che come nel mese precedente restano in terreno negativo. A livello di amministrato la cui raccolta è positiva per 37,369 milioni si evidenzia il comparto liquidità il cui flusso è pari a 59,892 milioni mentre i titoli registrano un deflusso di 22,523 milioni. Anche in questo caso la situazione si è pressoché ribaltato rispetto al mese di maggio quando la raccolta netta dell'amministrato segnava il meno 3,639 milioni e il comparto titoli proseguiva la discesa verso il basso. Saldo negativo anche a livello di rete. Tra maggio e giugno la rete ha perso 6 unità portando la rete a 941 promotori finanziari. Ma come dicono i rumors di mercato dai vertici non sembrano preoccuparsi della condizione della rete che dovrebbe dirsi pronta ad accogliere "quello che resta" del progetto di Banca Network. L'affaire infatti per alcuni sarebbe molto vicino.

 

FONDI PRIMO SEMESTRE 2009

A fine luglio l'industria del risparmio gestito torna a registrare un saldo di raccolta positivo (+1,8 miliardi) e, questa volta, ne beneficiano tutti i primi dieci gruppi del mercato. Con una sola eccezione: Prima SGR. Leggi articolo...

 

RACCOLTA AZIMUT A LUGLIO

A luglio, il Gruppo Azimut ha registrato una raccolta totale positiva per 84 milioni di euro, portando il totale della raccolta in fondi comuni ed hedge da inizio 2009 a oltre 704 milioni. La raccolta di fondi si è concentrata sui nuovi prodotti lanciati nel corso dell’anno, quali AZ Fund 1 Active Selection, Dynamic Trading e Alpha Plus 20, con un profilo di rischio superiore a discapito di prodotti più conservativi. Il patrimonio complessivo in gestione, riporta una nota, ha raggiunto i 12,9 miliardi di euro, in crescita del 6,3% rispetto al dato di fine dicembre 2008, grazie ad una performance media ponderata netta al cliente pari al 5,6%. In particolare, AZ Fund European Dynamic da inizio 2009 al 31 luglio ha realizzato una performance netta del 8,4% (Indice Fideuram Fondi Bilanciati nello stesso periodo: +6,45%). Fra i flessibili, AZ Fund Italian Trend è positivo del 9,0% da inizio anno, mentre AZ Fund Trend nello stesso periodo e’ positivo del 13,4%. Infine il fondo hedge Azimut Aliseo registra una performance netta del 10,7% da inizio anno

 

UNIPOL UTILE IN CALO DEL - 75%

Unipol Gruppo Finanziario ha chiuso la prima metà di quest’anno con un utile netto consolidato pari a 63 milioni di euro (-74,6% rispetto ai 250 del primo semestre 2008, realizzati in un contesto di mercato notevolmente diverso). Leggi articolo...

 

RBS PRIMO SEMESTRE IN PERDITA

Royal Bank of Scotland conclude il primo semestre con una perdita pari a 1,042 miliardi di sterline, contro la perdite di 827 milioni di sterline nella prima metà dell’anno scorso. I profitti bancari sono cresciuti del 58%, da 13.842 milioni di pound a 21.841, mentre sono aumentati anche i costi operativi semestre su semestre, da 10.719 milioni di sterline ad 11.891 (+11%). Leggi articolo...

 

SOCIETE GENERALE DIMEZZATO L'UTILE

Si contrae del 52% l'utile trimestrale della banca francese, mentre in termini semestrali il dato peggiora, registrando uno sconfortante -98%. A pesare sul bilancio, le svalutazioni sugli asset ed i prestiti a rischio insolvenza. Société Générale vede l’utile netto del Gruppo dimezzarsi (-52%) nel secondo trimestre 2009, con 309 milioni di euro, contro i 644 del periodo di riferimento del 2008. Tuttavia, l’utile è di quasi 3 volte superiore alle stime degli analisti, attorno a circa 110 milioni di euro. In crescita il profitto netto bancario del 2,4% (da 5.584 milioni a 5.716), ma anche le spese operative, in rialzo del 3,8%, essendo passate da 3.957 milioni di euro del secondo trimestre 2008 a 4.107 milioni del periodo 2009. Scema significativamente anche il ROE, che passa dall’8,3% all’attuale 3%. Sul bilancio della banca francese, hanno pesato le svalutazioni di asset e gli accantonamenti sui presiti. Infatti, le riserve per i prestiti dubbi sono salite a 1,08 miliardi di euro, dai 387 milioni dell’analogo periodo dell’anno passato. Le perdite sui derivati e le svalutazioni delle attività hanno raggiunto, invece, un totale di 1,7 miliardi di euro. Inoltre, l’emittente transalpino ha ceduto asset a rischio per 3 miliardi. In termini semestrali i numeri si aggravano. L’utile netto del Gruppo cala del 98,2%, attestandosi a 31 milioni di euro, contro i 1.740 della prima metà dello scorso anno. I ricavi bancari sono calati del 5,6%, passando da 11.263 milioni a 10.629. Stabili i costi operativi (+0,3%), che si attestano al 30 giugno a 7.884 milioni di euro.

 

HELM FINANCE: REVOCATA AUTORIZZAZIONE

Il mondo del risparmio gestito da l’addio a Helm Finance, sgr milanese specializzata negli investimenti speculativi. Con decreto del 31 luglio 2009, accogliendo la proposta formulata dalla Consob, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha infatti revocato l’autorizzazione all’esercizio dell’attività alla Helm Finance Società di gestione del risparmio spa, con sede a Milano, e ha posto la stessa in liquidazione coatta amministrativa. Leggi articolo...

 

SAN PAOLO INVEST RADDOPPIA LA RACCOLTA

Con una raccolta netta di 379,161 milioni SanPaolo Invest è la regina della raccolta netta del mese di giugno. Secondo i dati riportati da Assoreti la rete guidata da Ettore Betti ha più che raddoppiato la raccolta mensile passando dai 165,536 milioni di maggio agli attuali 379,161 milioni. A quanto pare l'integrazione di Carifirenze sembra portare buoni frutti, considerando anche che la rete è cresciuta di 14 unità realizzando uno dei risultati migliori in tema di reclutamento, almeno tra le prime 5 top reti del mese. Un altro particolare sicuramente interessante è il fatto che l'incidenza maggiore è data propria dalla raccolta del gestito pari a 266,849 milioni contro i 112,312 milioni raccolti nell'amministrato. A conferma che i promotori hanno fatto un buon lavoro. In particolare nel segmento gestito la rete del gruppo Intesa Sanpaolo si è dimostrata forte nel comparto fondi ove ha raccolto 192,185 milioni, il secondo miglior risultato del comparto, secondo soltanto all'altra rete di casa Intesa ossia Banca Fideuram che ha raccolto nel comparto fondi 286,069 milioni. Nell'amministrato invece la raccolta maggiore ha riguardato il segmento titoli con un valore di 93,012 milioni contro i 19,299 milioni raccolti per la liquidità.

 

D'ACQUARONE PRESIDENTE SIM

Il 18 giugno si è svolto a Verona un’importante incontro tra 18 sim di consulenza; un momento utile per stabile un protocollo di intesa. Ora tutti gli sforzi vengono ripagati anche sul piano dell’autorità, dato che si sa, non v’è regno senza re; Zeno D’Acquarone, presidente di Advin Partners sim, è ora anche a capo delle sim di consulenza autorizzate dalla Consob, con il voto a favore di 14 società su 17. Leggi articolo...

 

IUBS IN PERDITA

UBS chiude il semestre con una perdita netta di competenza degli azionisti per 1.402 milioni di franchi svizzeri. I risultati includono oneri da crediti propri di 1.213 milioni di franchi svizzeri, oneri di ristrutturazione di 582 milioni e una svalutazione dell'avviamento di 492 milioni di franchi in relazione all’annunciata vendita di UBS Pactual. Leggi articolo...

 

UNICREDIT UTILE IN CALO

Unicredit ha chiuso il primo semestre con un utile netto di circa 937 milioni di euro, in calo rispetto ai 2,97 miliardi del primo semestre 2008 (-68,5%). Un dato più elevato rispetto alle previsioni degli analisti che parlavano di 881 milioni di utile. Per quanto riguarda i singoli trimestre da segnalare i 490 milioni di utile registrati nel secondo, dato in crescita rispetto ai 434 milioni dei primi tre mesi dell'anno. Il risultato di gestione si e' attestato nei primi sei mesi del 2009 a 6.636 mln (+16,8%) e nel secondo trimestre a 3.896 mln, miglior risultato operativo trimestrale dal secondo trimestre 2007. Da segnalare infine la crescita dekl margine di intermediazione a 14.326 milioni (+2%), e il progresso del margine di gestione del 16,8% grazie anche al contenimento dei costi. Sul fronte del patrimonio di vigilanza, il Core Tier 1 e' salito al 6,85%, il Tier 1 al 7,66%.

 

NOMINE IN BANCA MARCHE

Leonardo Cavicchia e Stefano Vallesi sono stati nominati vice direttori generali di Banca Marche. Il Consiglio di Amministratore dell’istituto ha varato un nuovo organigramma con le due nomine che seguono la cessione dell’incarico da parte del vice direttore generale di Banca Marche Claudio Dell’Aquila che lascia l’istituto per raggiunti limiti di età. Cavicchia, in precedenza, ha ricoperto il ruolo di direttore centrale dell’amministrazione e bilancio di Banca Marche, mentre Vallesi è stato direttore centrale commerciale. Il direttore generale Massimo Bianconi ha salutato Dell’Aquila ricordando i tanti anni di lavoro trascorsi insieme, non soltanto in Banca Marche (dal 2004) ma anche in altre importanti realtà del mondo bancario.

 

JULIUS BAER

Il gruppo svizzero JB ha annunciato un volume totale dei fondi della clientela pari a CHF 367 miliardi di franchi. I patrimoni in gestione sono saliti del 9% a CHF 299 miliardi. In salute anche la raccolta netta di nuovi fondi nel Private Banking e netto miglioramento nell'Asset Management. Leggi articolo...

 

ASSORETI POSITIVA

Sale a quasi 5 miliardi di euro la raccolta netta totale delle reti di promotori finanziari alla fine del primo semestre 2009. Secondo gli ultimi dati diffusi da Assoreti il saldo da inizio anno è pari a 4,88 miliardi, di cui 3,2 nel solo risparmio gestito. Leggi articolo...

 

ACCORDO PER DELTA

La società d’investimento Sopaf ha raggiunto un accordo con la Cassa di Risparmio del San Marino (Carisp) per la costituzione di un nuovo management di Delta, la finanziaria bolognese indagata per riciclaggio e sospesa da Bankitalia, nonché oggetto di un’inchiesta da parte della procura di Forlì. Leggi articolo...

 

BER BANCA COMMISSARIATA

Il Banco Emiliano Romagnolo (Ber Banca) è stato commissariato su proposta della Banca d’Italia per irregolarità gestionali. Il commissario Fernando de Flaviis, in particolare, dal 21 luglio ha messo le radici negli uffici della banca bolognese, già al centro di un’inchiesta penale sui derivati avviata dalla procura emiliana, dopo quattro esposti alla Procura dei clienti (due da parte dell’avvocato Guido Magnisi) lo scorso aprile. Leggi articolo...

 

ZADRA PRESIDENTE CLESSIDRA SGR

L'ex direttore generale dell'ABI è stato nominato presidente della società nata dalla partnership tra MPS A.M. e Clessidra SGR. Leggi articolo...

 

RISULTATI RACCOLTA BANCA BSI

Risultato negativo per colpa della liquidità. La rete del gruppo Generali si comporta bene nel gestito e nell'assicurativo, non tradendo quindi le sue origini, ma soffre nella gestione dell'amministrato il cui deflusso manda in negativo la raccolta totale. Leggi articolo...

 

VONTOBEL ACQUISTA COMMERZBANK CH

Vontobel ha rilevato inegralmente le attività di Commerzbank (Svizzera), con sede a Zurigo e una succursale a Ginevra nonché una filiale a Vienna. A fine 2008 Commerzbank (Svizzera) aveva in gestione patrimoni pari a 4,5 miliardi di franchi e occupava 127 persone. Con l'operazione Vontobel espande la propria attività in Svizzera e nel contempo allarga la sua clientela internazionale, si legge nella nota. Grazie alla transazione i fondi in gestione nel private banking del gruppo Vontobel salgono del 20% a circa 28 miliardi di franchi. A seguito dell'operazione, il nome Commerzbank scomparirà: la società rilevata apparirà in futuro con l'insegna Vontobel. L'operazione deve ancora ottenere il via libera delle autorità. Prosegue così lo smantellamento degli asset non core di Commerzbank. La banca che durante la crisi finanziari aè stata pesantemente sostenuta al Governo con iniezioni di capitali freschi, in settimana ha ceduto al gruppo bancario del Liechtenstein LGT Group, controllato dalla famiglia regnante, le attvità presenti nel paese. La stessa banca del Liechtenstein aveva a sua volta acquistato la filiale elvetica della Dresdner Bank.

 

BANCA GENERALI SEMESTRALE IN CRESCITA

L'utile netto dell'istituto guidato da Giorgio Girelli, chiude il semestre con un utile netto di 23,9 milioni di euro, quattro volte circa i 5,5 milioni del periodo 2008. Il risultato è stato favorito dal boom nei profitti del secondo semestre, aumentati del 204% rispetto all'analogo orizzonte dell'anno scorso.

 

BANCA MEDIOLANUM SEMESTRE RECORD

Banca Mediolanum ha chiuso un semestre da record, con 108 milioni di utili, un incremento del 53% rispetto al periodo 2008. La raccolta è stata abbondante, il numero di promotori è leggermente calato.

 

POSTE ITALIANE SEMESTRE IN FORTE CRESCITA

L'offerta sempre maggiore di servizi e la nuova piattaforma di web banking contribuiscono alla crescita semestrale di Poste Italiane, con un incremento sul 2008 pari a 16 milioni di euro.

 

POPOLARE DI SONDRIO OTTIMA SEMESTRALE

L'istituto guidato da Piero Melazzini chiude un semestre record, con una crescita sull'analogo periodo 2008 del +150%. L'utile netto, infatti, si attesta intorno ai 120 milioni di euro, contro i 47 milioni dell'anno scorso.

 

BANCA MEDIOLANUM IN CRESCITA

Grazie a un incremento molto forte del comparto assicurativo nel segmento gestito, e a una forte liquidità nel segmento amministrato, la raccolta netta del gruppo guidato da Ennio Doris genera un flusso di oltre 500 milioni. Leggi articolo...

 

I RATINGS DELLE BANCHE ITALIANE

I ratings delle banche italiane sono in discesa. Ad annunciarlo è l’agenzia di rating Standard & Poor’s attraverso un report pubblicato recentemente ed incentrato sulla situzione italiana. Leggi articolo...

 

HEDGE FUND IN CHIUSURA

La scorsa settimana, Arthur Samberg, uno dei più importanti hegde fund manager al mondo, ha deciso di chiudere la società da lui fondata. La notizia è piovuta come un macigno sul ricco e dorato mondo degli hedge, dato che Pequot era uno dei player più accreditati con oltre 20 anni di attività. Leggi articolo...

 

HYPO TIROL BANK AG APRE IN ITALIA

Hypo Tirol Bank AG ha ufficialmente iniziato il primo giugno la propria attività come banca di diritto italiano. L'istituto è specializzato in soluzioni su misura ed è, inoltre, attivo nel segmento elevato degli investimenti e dei finanziamenti/leasing immobiliari. Leggi articolo...

 

FINECO BANK RACCOLTA MESE DI APRILE

Risale la classifica FinecoBank. Nel mese di aprile, secondo i dati emessi da Assoreti, la rete guidata da Alessandro Foti si posiziona al secondo posto per totale raccolta netta. La rete infatti ha realizzato una raccolta netta di 213,715 milioni, derivante dal risparmio amministrato (215,083 milioni) contro il risultato negativo del gestito pari a -1,367 milioni. Leggi articolo...

 

BANCA GENERALI RACCOLTA DI APRILE

Grazie all'amministrato la rete guidata da Girelli ha generato un flusso di 33,469 milioni, in netto miglioramento rispetto al dato di marzo fermo a 12,063 milioni. Nel trimestre forte la componente gestito. Leggi articolo...

 

ASSORETI RELAZIONE ANNUALE

Si va sempre di più verso la concentrazione per il mondo della promozione finanziaria. Aumenta l'incidenza delle reti di grandi dimensioni sia a livello patrimoniale, sia per quanto riguarda i promotori finanziari. Le medio-piccole invece consolidano la posizione. Leggi articolo...

 

RACCOLTA DI BANCA FIDEURAM

La rete guidata da Antonio Piancastelli migliora la raccolta che è passata da -284,354 milioni a -24,422 del mese di aprile, e punta tutto su SEI, il nuovo servizio di consulenza. Leggi articolo...

 

BANCHE USA E CRISI FINANZIARIA

Le banche americane con “problemi” sono del 21% al massimo degli ultimi 15 anni alla fine del primo trimestre, periodo in cui gli accantonamenti per perdita su credito hanno pesato sugli utili del settore. Lo rileva la Federal Deposit Insurance Corporation (Fdic) che valuta vi siano negli Usa 305 banche, con asset per complessivi 220 miliardi di dollari, con qualche “problema”, rispetto alle 252 banche (159 miliardi di asset) rilevate a fine 2008. Nel frattempo, precisa ancora la Fdic, il suo fondo di assicurazione dei depositi si è ridotto del 25%, passando da 17,3 a 13 miliardi di dollari. La Fidc assicura nel complesso (fino a un massimo di 250 mila dollari per singolo deposito) i depositi di 8.246 istituzioni finanziarie statunitensi che hanno asset per 13,5 triliardi di dollari in tutto.

 

MOODY'S: RATING BANCHE ITALIANE

Da stabile a negativo,e'questo l'esito dell'ultima valutazione effettuata dall'agenzia di rating sul sistema bancario italiano ,il settore che si era dimostrato più resistente degli altri in Europa è alla fine caduto nella morsa della crisi. Leggi articolo...

 

DISOCCUPAZIONE IN CRESCITA IN ITALIA

In Italia la crisi mondiale determinerà, secondo le previsioni più aggiornate della Banca d’Italia, una caduta del Pil di circa il 5% quest’anno, dopo la diminuzione di un punto nel 2008, lo ha ricordato il governatore di Via Nazionale, Mario Draghi, nelle sue considerazioni finali. Mario Draghi stima che due quinti delle imprese industriali e dei servizi con 20 e più addetti ridimensioneranno il personale quest’anno e che la riduzione sarà probabilmente maggiore nelle imprese più piccole. Questo perché l’attesa per un forte calo del fatturato, più del 20% per molte imprese, e la grande incertezza circa la durata della crisi portano per l’anno in corso a piani di riduzione degli investimenti del 12% nel complesso dell’industria e dei servizi, di oltre il 20% nella manifattura: valori eccezionali nel confronto storico.

 

RISULTATI SEMESTRALI RETI DI PROMOTORI

I numeri registrati dalle reti dall'inizio del 2009 mostrano una situazione dominata dal ritorno dei fondi comuni e dalla crisi delle index e unit linked, ma soprattutto spiccano i 6 mesi di raccolta sempre positiva. Leggi articolo...

 

BANCA BSI I RISULTATI TRIMESTRALI

Molto più forte nel gestito che nell'amministrato Banca BSI presenta una raccolta netta di 23,579 milioni nel primo trimestre del 2009. Forti le gestioni patrimoniali mobiliari e il comparto fondi e SICAV, deflussi, sull'amministrato sia nel mese considerato, sia nel trimestre. Leggi articolo...

 

SIM AVVIANO INIZIATIVA COMUNE

Diciotto SIM di consulenza, 15 già autorizzate dalla Consob all’esercizio di consulenza, senza detenzione neppure temporanea di liquidità dei clienti, 3 in attesa di autorizzazione hanno approvato un protocollo di intesa che prevede la costituzione di un tavolo di lavoro. Leggi articolo...

 

BANQUE CHAABI APRE IN ITALIA

Banque Chaabi, del Gruppo Banque Populaire du Maroc, ha aperto la sua prima sede in Italia, a Milano , l'obiettivo è quello di creare delle partnership con le banche italiane e con le imprese locali interessate al Paese nordafricano, oltre che ad incentivare le rimesse verso il Marocco. Leggi articolo...

 

BANCA FIDEURAM RISULTATI TRIMESTRALI

In calo del 12,1% l'utile trimestrale di Banca Fideuram, pari a 48,9 milioni di euro, rispetto all'analogo periodo del 2008. La raccolta netta totale è stata pari a 199 milioni di euro, mentre quella dei fondi comuni a 228 milioni, dato sensibilmente migliore rispetto a quello negativo del trimestre 2008, pari a -116 milioni. Il consiglio di amministrazione di Banca Fideuram (Gruppo Intesa Sanpaolo) ha approvato i risultati legati al primo trimestre 2009. Leggi articolo...

 

IL MINISTRO GIULIO TREMONTI E LE BANCHE

Un nuovo affondo da parte del ministro dell'Economia Giulio Tremonti. In occasione del suo intervento al Credit and Liquidity day, terzo incontro tra imprese, lavoro e banche, il ministro del governo Berlusconoi ha dichiarato che "servirebbe un certo grado di maggiore responsabilita' da parte delle banche'' che dovrebbero preoccuparsi di piu' di erogare il credito alle imprese, piuttosto che utilizzare i 'Tremonti bond' per migliorare i loro bilanci. Leggi articolo...

 

FIDEURAM LANCIA SERVIZIO DI CONSULENZA

Matteo Colafrancesco, amministatore delegato del gruppo, ha presentato il servizio SEI che prevede un vero e proprio contratto di consulenza con la clientela. Con tanto di commissione di attivazione e canone di servizio periodico. Leggi articolo...

 

NUOVI CONSULENTI DI INVESTIMENTO

Sempre più professionisti rinunciano al mondo del collocamento per approdare alla consulenza a parcella. A Cremona Sara Renzi ha intrapreso l'attività di consulente di invesimento. Un profilo professionale che vede le sue radici nel mondo Intra Private Bank, dove la Renzi occupava il ruolo di promotore finanziario,ora invece potrà lavorare come consulente fee only all’interno di uno studio fiscale e contabile tutto al femminile,infatti la titolare è Doriana Losa mentre Alessandra Donelli è la commercialista. Leggi articolo...

 

MONTE PASCHI I RISULTATI TRIMESTRALI

300,6 milioni di euro l'utile netto di MPS in questo primo trimestre 2009. Il dato positivo conferma la forza del brand della banca, grazie all'aumento dei ricavi, +1,7%, ed alla diminuzione dei costi, -5,4%. Bene la raccolta diretta e, soprattutto, le polizze tradizionali. Leggi articolo...

 

BANCA NETWORK RISULTATI TRIMESTRALI

A livello di trimestre è da segnalare una raccolta pari a 51,870 sostenuto in modo abbastanza equilibrato dai due segmenti. Il gestito infatti vi ha contribuito per 24,868 milioni mentre l'amministrato è pari a 27. Nel gestito negativa la raccolta del comparto fondi e sicav che presenta un risultato di -7,505 milioni. Tra il mese di febbraio e marzo la rete guidata da Marco Sturmann ha ceduto sul fronte raccolta netta passando da 26,77 milioni a 4,428 milioni. In miglioramento il segmento gestito, ma il comparto fondi resta negativo. Leggi articolo...

 

BANCA IMI RADDOPPIA L'UTILE

Raddoppiano, rispetto al primo trimestre 2008, l'utile netto e la gestione operativa di Banca IMI, rispettivamente pari a 118,2 e 176,7 milioni di euro. Il margine d'intermediazione è cresciuto del 60,4% ed 9 costi operativi sono calati del 3,8%. In seguito, quanto emerge dal comunicato della società. Il consiglio di amministrazione di Banca IMI, la banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo guidata dall’amministratore delegato Gaetano Miccichè e dal direttore generale Andrea Munari, ha approvato i risultati al 31 marzo 2009. L’utile netto del periodo ammonta a 118,2 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto al primo trimestre del 2008 (+61,5 milioni).

 

CATTOLICA RISULTATO TRIMESTRALE IN UTILE

13 milioni di euro l'utile netto consolidato in questo primo trimestre per Cattolica Assicurazioni, contro i 10 milioni al 31 marzo 2008. 966 milioni la raccolta premi consolidata, migliora anche la gestione industriale con un combined ratio pari a 98,3%. Il consiglio di amministrazione di Cattolica Assicurazioni, presieduto da Paolo Bedoni, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2009 del Gruppo Cattolica. Leggi articolo...

 

GARONNA DIRETTORE GENERALE ANIA

Sarà Paolo Garonna a sostituire Giampaolo Galli alla direzione generale di ANIA, il Comitato Esecutivo dell'associazione nazionale imprese assicurative ha deliberato la sua nomina che sarà effettiva a decorrere dal mese di giugno. Come il suo predecessore anche Garonna è cresciuto nelle file di Confindustria dove ha ricoperto il ruolo di chief economist. Attualmente il professor Garonna è vice segretario esecutivo delle Nazioni Unite, Commissione Economica per l’Europa, ruolo che ricopre dal 2005. In precedenza Garonna ha ricoperto vari incarichi nell’ambito accademico, è stato direttore generale di Istat, partecipando ai negoziati che hanno portato alla creazione dell’Unione Monetaria Europea.

 

CLUB DEGLI INVESTITORI DI LUNGO PERIODO

Da un'iniziativa della Cassa Depositi e Prestiti e della Caisse des Depots francese prende il via un Club per i grandi investitori. Leggi articolo...

 

CARDIF RACCOLTA IN CRESCITA

La filiale italiana di Bnp Paribas Assurance che sviluppa e distribuisce attraverso diversi canali prodotti assicurativi per i segmenti Protezione e Risparmio, ha registrato nel 2008 una raccolta premi di oltre 1 miliardo di Euro, dato che comprende Centrovita Assicurazioni, JV detenuta al 49% con Banca CR Firenze. Con l’esclusione di Centrovita Assicurazioni, la raccolta premi totale ha registrato un incremento del 7% rispetto all’anno precedente. Leggi articolo...

 

GENERALI E LA FINANZA ISLAMICA

Generali comunica la sua entrata nel settore assicurativo degli Emirati Arabi Uniti. Il gruppo triestino ha ottenuto la licenza per l’esercizio nel settore vita del mercato assicurativo di quest’area. Invece i fondi stranieri puntano sempre più alle piccole e medie inprese italiane. Leggi articolo...

 

FRANCIS KOENIG SEXY INVESTIMENTI

Francis Koenig è il fondatore di AdultVest Inc, società che a sua volta controlla e gestisce il fondo Priapus Investment Fund. Il veicolo è un classico fondo di private equity solo che a differenza di altri prodotti simili, gli investimenti fatti dal fondo ruotano tutti intorno al medesimo settore: SEX. Ora sembra che il fondatore, Koening, abbia qualche difficoltà con gli investitori del fondo, scocciati dalle spese folli del giovane manager, accusato di utilizzare i soldi della società per festini a luci rosse, macchine dispendiose, vini e pezzi di arte moderna; un ex investitore della società avrebbe raccontato ai giornali che Koening starebbe dilapidando tutto il patrimonio (del fondo): “Oltre i due domini e l'investimento in VCG, non so proprio dove siano finiti i soldi degli investitori” dice un ex dipendente intervistato da Finalternatives. Leggi articolo...

 

NUOVO CDA DI BANCA CR FIRENZE

Confermato Benedetti alla guida di Banca Cr Firenze e del suo vice-presidente Piero Antinori. Quasi integralmente confermato il cda anche per il prossimo triennio. L’Assemblea dei Soci di Banca CR Firenze (Gruppo Intesa Sanpaolo) ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione della Società per il triennio 2009-2011. Nella carica di presidente e vice presidente sono stati confermati rispettivamente Aureliano Benedetti e Piero Antinori. Confermato quasi integralmente il Consiglio di Amministrazione della Banca, costituito dai consiglieri Sergio Ceccuzzi, Francesco Favotto, Paolo Maria Grandi, Francesco Micheli, Giuseppe Morbidelli, Lino Moscatelli, Alberto Pacifici, Francesco Pellati, Francesco Taranto, Federico Vecchioni. Leggi articolo...

 

APOGEO SIM CRESCE A FEBBRAIO

Con un target di 400 promotori finanziari nei prossimi 4 anni, la rete guidata da Aldo Messa ha raccolto nel mese di febbraio 45,846 milioni, grazie soprattutto al segmento amministrato. Con 180 promotori finanziari Apogeo Consulting SIM ha raccolto nel mese di febbraio 45,846 milioni di euro. In particolare nel segmento gestito la rete nata dalla ceneri di Cattolica Investimenti SIM ha registrato un flusso pari a 14,745 milioni con il comparto fondi e sicav che ha registrato 8,149 milioni seguito dalle gpm a 6,499 milioni. Debole il comparto assicurativo/previdenziale che ha raccolto soltanto 96,3 migliaia di euro. Leggi articolo...

 

JULIUS BAER

L'amministratore delegato di Julius Baer, David Solo, uno dei gruppi che hanno mostrato maggior tenuta di clienti in questa crisi, ha siglato una operazione di acquisizione di un asset manager londinese. Julius Baer, il primo player svizzero tutto dedicato al wealth management, ha comprato (tramite la controllata GAM) la società di gestione Augustus Asset Managers LTD. L'operazione, di cui non si conoscono i dettagli finanziari, dovrebbe concludersi per la fine di aprile. AAML, è stata creata all'inizio del 2007 da un'operazione di management buyout da parte di Julius Baer Holding Ltd. L'asset manager disponeva di 7,6 miliardi di dollari alla fine del 2008 la maggior parte dei quali investiti in prodotti marcati Julius Baer. La logica dell'operazione è di far rientrare AAML all'interno del gruppo, in modo da essere maggiormente 'tutelata' in un momento tanto difficile per l'economia e l'asset management. La società investe principalmente in fondi comuni, absolute return e fondi hedge, gran parte dei quali si sono comportati molto bene nella prima parte del 2009; il fondo Augustus Absolute Return Fund, per esempio, dall'inizio del 2009 ha generato una performance positiva del 7,83% e del 8,55% p.a dal lancio.

 

BANCA PROFILO

Prosegue il processo di "ricostruzione" di Banca Profilo firmato Matteo Arpe. Come annunciato alcuni giorni fa, in occasione della presentazione del bilancio 2008 della banca, Fabio Candeli è il nuovo direttore generale di Banca Profilo. Candeli è partner e cofondatore del gruppo Sator, nonché membro del comitato invesitimenti di Sator Private Equity Fund. In passato Candeli ha svolto il ruolo di responsabile della Linea Banche Commerciali (Banca di Roma, Banco di Sicilia e Bipop-Carire) e, sempre all'interno del gruppo Capitalia, è stato membro del Management Committee e responsabile della pianificazione e Controllo di gestione del gruppo. Accanto alla nomina di Candeli in qualità di direttore generale, i consigli di amministrazione di Banca Profilo ha comunicato anche la nomina di altri due uomini di Fabio Arpe come consiglieri di amministrazione dell'istituto: Guido Bastianini e Giacomo Garbuglia. Il primo gestisce le attività di bilancio e fiscali di Sator e delle società controllate e supporta il team di private equity principalmente nella esecuzione e strutturazione delle operazioni. Giacomo Garbuglia è senior manager del team di private equity e membro del comitato investimenti e del consiglio di amministrazione di Sator.

 

GRUPPO GENERALI

Migliorano i dati del Gruppo Banca Generali,in particolare di Banca Generali,che nel mese di febbraio ha generato un flusso di raccolta netta pari a 37 milioni contro il flusso negativo di Banca BSI che è stato di -7 milioni. Dall'inizio dell'anno quindi la raccolta netta complessiva si è attestata a 74 milioni di cui 77 realizzati da Banca Generali e -3 da BSI Italia. Un trend sicuramente migliorativo già iniziato con il mese di gennaio quando la raccolta netta totale era stata di 44 milioni. Raffrontando il risultato del primo bimestre 2008 con quello del 2009 si evince che la crisi si è fatta sentire, in quanto nel gennaio-febbraio 2008 la raccolta totale era stata di 119 milioni, 45 milioni in più di quella attuale. Giorgio Girelli amministratore delegato del Gruppo si è dichiarato soddisfatto dei volumi e della qualità della raccolta nell'avvio dell'anno, che conferma come soprattutto in questi difficili momenti risulti premiante avere a disposizione un'ampia gamma prodotti, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e di tutelare gli investimenti dei propri clienti. Entrando nel dettaglio della produzione si evince che il risparmio gestito è stato pari a 90 milioni di euro contro un -60 milioni del risparmio non gestito. In crescita la raccolta del segmento assicurativo che è passata da 48 milioni di gennaio a 63 milioni di febbraio. In miglioramento anche i fondi comuni che hanno generato un flusso di 50 milioni nel mese di febbraio 2009 contro i 12 milioni raccolti nel mese di gennaio 2009. Dalle proiezioni di Assoreti emerge che la rete Banca Generali è passata da 1350 promotori finanziari a 1339 e che Banca BSI sia passata da 309 a 307 promotori finanziari. Tra l'altro da quanto si dice il marchio BSI è prossimo a sparire. Nel senso che entro l'anno le due reti saranno integrate, seppure appartenenti allo stesso Gruppo in un unico brand, e successivamente sarà creata una rete ad hoc che si occuperà esclusivamente di private banking, con una nuova denominazione.

 

DATI ASSORETI

Le reti tornano a spingere sui fondi comuni. I dati ralativi ai primi due mesi 2009 mostrano una raccolta netta positiva vicina al miliardo. Ma questa non è l'unica tendenza emersa dai numeri Assoreti. Leggi articolo...

 

MEDIOLANUM

Prestazione sorprendente per il gruppo di Ennio Doris. I dati Assoreti mostrano ben 282,93 milioni di euro di raccolta netta nel solo mese di febbraio. Secondo e terzo posto per Fideuram e Credem, che si assicurano un incremento rispettivamente di 70,96 e 67,89 milioni. Leggi articolo...

 

CATTOLICA ASSICURAZIONI

Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni, presieduto da Paolo Bedoni, ha approvato il Bilancio Consolidato e il Progetto di Bilancio d’Esercizio 2008 della Capogruppo. Il Gruppo chiude l’esercizio con un utile consolidato di 21 milioni rispetto ai 46 milioni dell’esercizio precedente; su tale risultato hanno gravato per 61 milioni svalutazioni (impairment) di titoli in portafoglio. Leggi articolo...

 

BANCA AKROS

Banca Akros, un 2008 da record, ottenuto grazie a una strategia vincente. Un risultato che ha portato l’istituto a diventare un modello di fabbrica ad elevata specializzazione. Ancora ottime notizie per Banca Popolare di Milano. L’istituto guidato da Roberto Mazzotta, dopo aver concluso con successo la scalata di Anima SGR e l’acquisto di IntesaTrade, può adesso contare anche sugli ottimi risultati ottenuti dalla controllata Banca Akros. Leggi articolo...

 

BANCA IMI

Anno decisamente positivo il 2008 per Banca Imi, con un utile pari a 293,4 milioni di euro ed una leadership costante nel mercato delle obbligazioni. Decisamente in attivo il bilancio di Banca IMI, la banca d’investimento del Gruppo Intesa. Nel 2008, infatti, con un utile pari a 293,4 milioni di euro, si è registrata una crescita del 39,3% rispetto al bilancio del 2007. Da quanto si può leggere dal comunicato del Gruppo, Banca Imi ha registrato una lunga serie di dati in aumento: +18% il margine d’intermediazione, +52% il risultato della gestione operativa, +65% la crescita nei volumi delle transazioni nelle operazioni di Merger & Acquisition e ha confermato la leadership nel mercato obbligazionario italiano con una quota di mercato del 24,4%. Inoltre, ottimi risultati anche per quanto riguarda l’area del fixed income e del credit trading. Infine, con il completamento della piattaforma telematica Market Hub, Banca Imi può ora contare su oltre 300 clienti istituzionali connessi, per un totale di 80.000 transazioni giornaliere.

 

ASSOGESTIONI

Al fine di rilanciare il mondo del risparmio gestito, Assogestioni ha nominato nuovi membri nel Consiglio Direttivo e nel Comitato Esecutivo, con l'obiettivo di rilanciare questo settore così colpito in Italia dall'attuale crisi. Leggi articolo...

 

POLARIS

Polaris è una società che punta forte sull'etica. I risultati la premiano: da febbraio 2008 a febbraio 2009 il patrimonio si è incrementato di quasi 390 milioni di Euro, raggiungendo il secondo posto nell'ottica dei risultati globali. Polaris Investment Sa, è una società di investimento lussemburghese fondata dalle congregazioni dei Salesiani e degli Orionini ed oggi compartecipata da Fondazione Cariplo. Con un patrimonio che a fine febbraio risulta pari a 5.914 milioni di Euro (dati Assogestioni), Polaris offre 25 fondi, con una quota di mercato pari all’1,52%. Nell’arco di tempo compreso tra febbraio 2008 e febbraio 2009, Polaris ha incrementato il proprio patrimonio di 389,6 milioni di Euro, un risultato importante per una società decisamente originale. Quali sono le note distintive di questa realtà? Polaris è nata come esclusivo servizio del mondo non profit. Si occupa gestioni individuali multimanager e fondi di rigenerazione urbana e housing sociale. In particolare, le gestioni sono realizzate investendo nei comparti di un "fondo Geo" lussemburghese armonizzato e sottoposto alla duplice vigilanza italiana (Mef, Banca d'Italia e Consob) ed europea (CSSF). Sembra quindi premiata dal mercato la scelta di puntare su prodotti a base etica. Il mondo della sustainability, sicuramente sta facendo parlare di se; tra chi ne denigra le caratteristiche fino a chi ne tesse le lodi. Rimane comunque indubitabile un dato di fatto: le realtà a sfondo “etico” destano un crescente interesse. E’ solo una conseguenza della crisi di fiducia oppure si tratta di una reale e valida alternativa al modo comune di considerare gli investimenti? Lo si saprà solo tra qualche anno.

 

AGORA INVESTMENTS SGR

Inizia con oggi una piccola analisi incentrata sulle realtà del risparmio gestito che, perlomeno a livello di incremento patrimoniale, hanno saputo reggere positivamente alla crisi,si tratta di 6 società, tutte italiane. Si parte con il sesto posto, occupato da Agora Investments SGR. Leggi articolo...

 

MC GESTIONI E LA CONSULENZA ON LINE

MC Gestioni SGR lancia una piattaforma online dedicata alla consulenza, puntando decisamente verso una strategia di diversificazione dei servizi offerti aumentando al contempo la propria specializzazione, ai fini di assecondare le richieste del mercato, sempre meno convinto da macro realtà “tuttofare”. Di conseguenza la SGR del gruppo assicurativo Sara diretta da Raimondo Marcialis, lancia una piattaforma web multibanca per l’analisi del rischio e la personalizzazione dei portafogli dei singoli clienti. Il team di questa nuova divisione dedita alla consulenza vedrà al suo interno la presenza di Marzio Cussago e di Davide Cimabue; come target di riferimento avrà banche regionali e locali, interessate a offrire servizi di consulenza finanziaria alla clientela di alto reddito.

 

MASSIMILIANO MARZO DIVENTA CONSULENTE

Il professore di Macroeconomia Massimiliano Marzo ha deciso di prestare consulenza in maniera indipendente, per clienti con patrimoni superiori ai 500 mila euro. Massimiliano Marzo, professore associato di Macroeconomia ed economia internazionale monetaria all’università di Bologna, ha deciso di affiancare alla sua attuale attività accademica quella di Conulente di Investimento nella forma di consulente di investimento indipendente, slegato quindi da banche, SIM e SGR, e remunerato unicamente a parcella dai propri clienti. L'attività profesionale verrà offerta a clienti che dispongono di un patrimonio superiore ai 500 mila euro, cifra solitamente utilizzata come soglia di ingresso nel private banking. Il percorso accademico del professor Marzo è di grande prestigio; ha conseguito infatti il dottorato di ricerca a Yale, collaborando con Chris Sims e Stephen Ross, esponenti di spicco del mondo dell’asset allocation.

 

ASSOUTENTI LIGURIA E I CONSULENTI

Risulta attualmente sempre più frequente la collaborazione tra studi di consulenti di investimento e associazioni dei consumatori; l’obiettivo auspicato, ed auspicabile, è quello di fornire supporto ai risparmiatori nei casi di malafinanza. Su quest’onda arriva quindi l’accordo sottoscritto a Genova tra lo studio di Consulenti di Investimento Maidan&Partners di Stefano Toselli e l’associazione Assoutenti Liguria. Sulla base di quanto stabilito, verrà fornita consulenza e assistenza in materia di contenzioso sui bond statali e corporate.

 

CREDEM VARA FINANCIAL ADVISORY IMPRESE

All’interno della propria divisione finanziaria, il Gruppo Credito Emiliano, quotato alla Borsa Valori di Milano e guidato dal direttore generale Adolfo Bizzocchi, ha costituito FAI Financial Advisory Imprese, la divisione dedicata alla consulenza alle aziende per quanto concerne la gestione dei rischi finanziari. Obiettivo della unità FAI sarà quello di consigliare le imprese-clienti nell’analisi del proprio business, della propria area strategica, in modo da individuare quelli che possono essere i rischi di mercato maggiormente connessi alla propria attività: dal rischio di cambio sui finanziamenti in valuta, al rischio di prezzo nelle operazioni pronti contro termini, al rischio di tasso. Leggi articolo...

 

MFO SIM DI SOLA CONSULENZA

MFO Multi Family Office SIM spa, società di consulenza fondata nel 2004 da un gruppo di imprenditori e professionisti e guidata da Francesco Acerbi, specializzata nell’attività di advisory per grandi patrimoni, e trasformatasi successivamente in SIM di consulenza per l’adeguamento alla relativa direttiva MIFID, ha ottenuto, previa specifica richiesta inoltrata volontariamente in data 18 novembre 2008,dall'organo di vigilanza CONSOB la revoca dell'autorizzazione all'esercizio dei servizi di collocamento senza assunzione a fermo né assunzione di garanzia nei confronti dell'emittente e di ricezione e trasmissione di ordini, di cui all'art. 1, comma 5, lettere c-bis) ed e) del decreto legislativo n. 58/1998. MFO MULTI FAMILY OFFICE SIM SpA rimane quindi iscritta nel relativo Albo in quanto autorizzata allo svolgimento del servizio di investimento di consulenza in materia di investimenti, l’attività si svolge attraverso la determinazione dell’asset allocation del cliente e la selezione dei migliori gestori/prodotti, oltrechè il monitoraggio delle posizioni, avendo come target di riferimento sia la clientela che gli investitori istituzionali.

 

SONDAGGIO ASSONOVA CENSUS

Il 25% dei promotori dichiara che prenderà in considerazione un cambiamento di rete entro l’anno mentre il 56% sta valutando altre proposte. Lo dice un'indagine condotta tra i promotori da Consulente Census in collaborazione con Assonova. Analizzando più nel dettaglio i dati si comprende benissimo come la promozione finanziaria sia sempre di più un servizio molto complesso, rischioso e fonte di forte stress pre, durante e post-acquisto. In particolar modo in questi ultimi mesi. Rispetto al giugno scorso, infatti, è quasi raddoppiata, passando dal 40 al 75%, la percentuale dei promotori che oggi sono in apprensione per i risultati degli investimenti fatti dai clienti. Inoltre negli ultimi mesi cresce anche il numero dei promotori, dal 50 al 65%, che giudicano tra le situazioni più stressanti quelle relative alla remunerazione. Leggi articolo...

 

Torna alla Home Page>>

Archivio News Blog Assoconsulenza >>

Archivio News I semestre 2008>>

Archivio News II semestre 2008>>

 

 

Sede Legale Internazionale 521 Fifth Avenue New York USA 

Sede Legale Nazionale Piazza Affari, Via della Posta 8 Milano Italia

Telefono Numero Verde 800 13 47 54

info@assoconsulenza.eu

 

Partner web

Miludasite mark agency

 

ASSOCIAZIONE - SOCI - FORMAZIONE - GALLERIE - LINKS

Stefano M. Masullo

ASSOCIAZIONE

SOCI

FORMAZIONE

GALLERIE

LINKS

banner5febred

Rassegna Stampa

Pubblicazioni

Attestazioni e Riconoscimenti

Normativa MIFID

Convegno MIFID

MIFID e Classificazione Clientela

Tutela del Consulente

Professione Consulente

Hedge Fund e Forex

Il Mercato Forex

Osservatorio Finanziario

APPROFONDIMENTI

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Valutario

a cura di Cesare Mallia, Sintesi Consult

Osservatorio IFIIT

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

I Consigli di Stefano M. Masullo

a cura di Stefano M. Masullo, Eurosopa

a cura di Eugenio Benetazzo, benetazzo

Osservatorio Materie Prime

a cura di Massimo D'Ambrosio

Contributi Soci Assoconsulenza

a cura di Stefano M. Masullo, Eurosopa

Archivio News Blog Assoconsulenza >>

Scheda di Iscrizione

Il Caso Assoconsulenza

Lettera a Romano Prodi

Angelo Dejana

Namibia Report 2007

I Porti di Ulisse

De Vittori SA

Sintesi SpA

Il Mediatore Creditizio

Il Mediatore Creditizio 2

Relazione Annuale AIBE

DOCUMENTI

Banche Islamiche

Shirkah Finance

La crescita della Finanza Islamica

Finanza Islamica e Bahrein

Glossario di Finanza Islamica

Finanza Islamica a Milano

Presentazione Mohamad Bakkar

Presentazione Duncan Smith

Presentazione Federica Miglietta

Presentazione Vincenzo Paparo

Masullo su Shirkah Finance

Relazione Hatem Abou Said

Finanza Islamica su W&P Magazine

FINANZA ISLAMICA

Capitali Russi in Italia

Rossia Magazine

FINANZA IN RUSSIA

Osservatorio Legale

a cura di Rosanna Cafaro, rosannacafaro.it

W&P Magazine

Calendario 2009

Archivio W&P

Rassegna Stampa W&P

WORLD & PLEASURE MAGAZINE

a cura di Nicola Antonucci, ComplexLab.com

Osservatorio Scenari Complessi

Fuori dal Coro

a cura di Onelio O. Francioso

Osservatorio Astrofinanza

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Luxury

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Protagonisti

a cura di Pierpaolo Molinengo, newspages.it

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a

Osservatorio Immobiliare

a cura di Salvatore Gaziano, moneyreport.it

Osservatorio Money

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2

Osservatorio Fiscale

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Normativo

AnimatedModernSignNew1
AnimatedModernSignNew1a
shirkahmini
copertinamini
RossiaCopertina012008
wap06
AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a
AnimatedModernSignNew1b

a cura di Gianfranco Chierici, unisfoa.ch

Osservatorio ISFOA

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a1
AnimatedModernSignNew1a1

a cura di Fabio Sipolino, financialpolis.com

Osservatorio FINANCIAL POLIS

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a1b
wap06a
ASSOCONSULENZA