INVESTIMENTI IMMOBILIARI IN EUROPA

Secondo il nuovo studio di Jones Lang LaSalle, il volume degli investimenti registrato nel settore retail nel Regno Unito e in Europa Continentale nei primi tre trimestri del 2009 è di circa €8.1 miliardi poco più della metà del valore registrato lo scorso anno nello stesso periodo (€15.6 miliardi). Leggi articolo...

 

IL MERCATO IMMOBILIARE CALABRESE

L'espansione di Cosenza e la crescente capacità attrattiva di questa provincia è dimostrata dai dati in parziale controtendenza rispetto al mercato nazionale: nel comune si è passati dalle 557 compravendite del 2006 alle 666 del 2007; il 2008 ha registrato un nuovo aumento, pari al 41,8%, fino a toccare quota 790 (elaborazioni ufficio studi UBH su dati Agenzia del Territorio). Non privo di interesse risulta l'andamento delle altre province calabresi, dove alla domanda di prima casa si aggiunge una buona domanda di seconde case nelle località turistiche costiere. Il mercato delle compravendite residenziali calabro è spartito tra le province di Cosenza, Catanzaro e Reggio di Calabria, che coprono l'85% circa dell'intero volume di scambi, seguite dalle provincie di Crotone (8,0%) e Vibo Valentia (7,0%): gli acquirenti sono per il 45,0% proprietari che decidono di vendere per acquistare una nuova abitazione, neo-proprietari per il 35,0% ed investitori per il restante 20%. «Il report delinea un quadro generale oggi piuttosto statico - afferma Ivan Belvedere, Direttore Tree per la Calabria - che riserva però confortanti segnali di ripresa per i prossimi mesi e che, se confrontato con i dati a livello nazionale, fa del mercato immobiliare calabro un contesto di scambi ancora molto attivi. Il 2009 potrebbe chiudersi con un assestamento rispetto ai dati 2008, anche perché il mercato negli ultimi 6 anni aveva registrato picchi molto elevati di crescita. Dal 2010 si prevedono segnali di cambiamento di ciclo, in linea con i nuovi mutamenti macroeconomici».

 

I MUTUI IN PIEMONTE

Il mercato dei prestiti per l'acquisto delle abitazioni destinato a famiglie consumatrici in Piemonte fa segnare nel secondo trimestre 2009 un -10% rispetto al secondo trimestre del 2008; facendo registrare la quinta diminuzione consecutiva dal primo trimestre 2008 anche se inferiore rispetto alle precedenti. Il dato è influenzato dal mercato dei mutui di sostituzione. Nel secondo trimestre 2009 sono stati erogati 964 milioni di Euro, un ammontare che conferma la regione al 6° posto per volumi erogati, con un peso del 7,4% dei volumi italiani. L'importo medio del mutuo è di circa 114.000 euro, leggermente inferiore al ticket medio nazionale pari a 117.000 euro. A livello provinciale si nota una diminuzione in tutte le province, in particolare Alessandria (-21%), Vercelli (-15%) e Biella (-14%).

 

ALIQUOTA SECCA PER L'IMMOBILIARE

Nel corso dell’audizione tenuta presso la Commissione Ambiente e Territorio della Camera dei Deputati, il direttore generale del Censis Giuseppe Roma ha avanzato alcune proposte al fine di evitare una crisi particolarmente pesante nel settore edilizio-immobiliare. Leggi articolo...

 

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI

La cedolare secca sugli affitti è alla concreta attenzione del Parlamento. La Commissione Finanze della Camera ha adottato un testo base delle varie proposte di legge presentate sul tema e ha chiesto al Governo di esprimersi sui costi che tale misura comporterebbe. Ma il problema è all'ordine del giorno anche per i diversi emendamenti presentati - da parlamentari sia di maggioranza sia di opposizione - per la sua istituzione nell'ambito della legge finanziaria. Appc, Confedilizia e Unioncasa - le uniche Organizzazioni, cioè, che rappresentano l'intero mondo immobiliare, nelle sue componenti tanto dei piccoli proprietari di casa come degli investitori istituzionali - chiedono al Governo, e al Ministero dell'economia in particolare, una parola chiara in argomento e di fornire anzitutto i calcoli, formalmente già richiesti dalla Commissione Finanze della Camera, sul costo iniziale della cedolare secca per i contratti di locazione, e cioè prima dell'emersione del sommerso che senz'altro si genererà. Le Organizzazioni firmatarie non possono non sottolineare quanto sia inquietante l'interrogativo che in molti oggi si pongono, e cioè su come sia possibile che si trovino diverse centinaia di milioni di euro per costruire nuovi immobili di edilizia popolare e non si trovi invece una somma ben minore per istituire la cedolare secca sugli affitti.

 

CONTINUA LA RICERCA DI CASE

Nell’annus horribilis dell’economia globale, gli italiani continuano a sognare una casa e in molti si impegnano attivamente nella ricerca della soluzione perfetta. Case indipendenti o appartamenti in piccoli condomini sono al centro dell’attenzione. Leggi articolo...

 

GLI ITALIANI ED IL RISPARMIO

In occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, da nove anni Acri, l'Associazione delle Casse di risparmio Spa e delle Fondazioni di origine bancaria, presenta un'indagine sugli Italiani e il risparmio, realizzata in collaborazione con Ipsos. Leggi articolo...

 

IL MERCATO DEI MUTUI

Il volume di erogazioni per l'acquisto di abitazioni da parte delle famiglie italiane registra, nel secondo trimestre del 2009, una flessione rispetto allo stesso periodo 2008. La differenza è negativa pari a circa -1,9 miliardi di euro, che tradotto in termini percentuali rappresenta un calo del -13%. Il dato conferma il momento di rallentamento del mercato (i volumi erogati includono anche i mutui di sostituzione/surroga). Leggi articolo...

 

MERCATO DELL' AFFITTO IN ITALIA

Il SUNIA ha effettuato un’indagine su un campione di circa 5.000 offerte di locazione pubblicate nel primo semestre 2009: il canone medio riferito ad un’abitazione di circa 80 mq. nei grandi centri urbani è risultato pari a 1.030,00 euro mensili. Leggi articolo...

 

PLUSVALENZA TASSABILE

In caso di cessione di un immobile, per il quale nuda proprietà e usufrutto sono stati acquistati in momenti separati, ai fini della plusvalenza, il decorso dei cinque anni viene calcolato distintamente con riguardo alla data di acquisto della nuda proprietà e a quella dell’usufrutto. Leggi articolo...

 

MERCATO DEL CREDITO IN EUROPA

Secondo i dati rilevati dalla European Banking Federation, l'Euribor a tre mesi, il tasso che le banche applicano fra loro per i prestiti trimestrali, è sceso di circa un punto base allo 0,83%, segnando l'ennesimo minimo storico. Variazioni inferiori per l'Euribor a un mese e quello a una settimana rispettivamente allo 0,49% e allo 0,34%. Leggi articolo...

 

GABETTI: GLI INVESTIMENTI NEI BOX

L'analisi semestrale sull'andamento del mercato dei box realizzata dall'Ufficio Studi Gabetti evidenzia una flessione delle quotazioni. I prezzi dei box nelle metropoli hanno fatto registrare nel secondo semestre dell'anno una contrazione dei valori del -4.3%, sostanzialmente in linea con l'andamento del mercato residenziale. La redditività media, ottenibile da un investimento in box, è risultata comunque molto interessante rispetto ad investimenti concorrenti. Si sono registrati infatti rendimenti lordi intorno al 5% per Roma e Milano, leggermente inferiori i valori per Torino. Fra i quartieri sono in genere quelli della periferia metropolitana, di solito con edilizia intensiva e palazzoni degli anni '50-60, uniti a difficoltà di parcheggio, in cui si spuntano i rendimenti più elevati. Il vantaggio di queste aree è che l'investimento richiesto è di solito ridotto, dai 20 ai 30 mila € e i canoni ottenibili sono comunque discreti. Il principale problema di alcune aree è legato al vacancy, quindi allo sfitto, per effetto dei numerosi parcheggi di cooperativa realizzati in questi anni e per quelli realizzati dai costruttori nei nuovi interventi spesso in misura superiore alle esigenze dell'intervento stesso, ma per attirare nuovi acquirenti dai palazzi limitrofi.

 

LA CASA DEI SOGNI DEI VIP

L'attico di ampia metratura, meglio se con terrazzi ed affacci mozzafiato sulle più belle piazze del mondo, è l'habitat ideale di vip e magnati dell'imprenditoria. Non hanno dubbi le agenzie immobiliari romane e meneghine interpellate da idealista.it per questa prima inchiesta basata sulle case di lusso: è questo l'identikit della casa dei sogni possibili dei loro clienti. Quanto alle zone più ambite, dall'inchiesta emerge che sono proprio loro, i vip, a dettare le tendenze abitative del momento, orientando la propria scelta su determinati quartieri o strade delle città; a parità di metratura - le più gettonate sono quelle da 300 m2 in su – la differenza di prezzo la fa proprio la zona. Non solo attici comunque, “quelli che possono” optano anche per case indipendenti già arredate dal design innovativo o loft tutti da personalizzare. In Lombardia fanno tendenza le ville di charme in posizioni dominanti della Brianza, e sulle sponde dei laghi. Quale di queste soluzioni farà al caso del neo-arrivato in maglia nerazzurra, Smuel Eto'o? A Milano, i calciatori di Inter e Milan preferiscono in genere la zona san siro, vicino allo stadio Meazza. in zona abitano i neroazzurri Materazzi, Toldo, Stankovic, Julio Cesar e Maicon, nonché i milanisti Pirlo, Dida, Pato, Abbiati e Leonardo.

 

GABETTI: IL MERCATO DEI RUSTICI

Dei diversi segmenti di mercato immobiliare quello che riguarda le case di campagna e i rustici è quello che ha tenuto meglio, con quotazioni stabili rispetto ad un anno fa. I motivi sono diversi. Il primo è che in questi contesti non vi è un surplus di offerta di nuovi immobili. Vanno poi considerati i costi di queste soluzioni, che sono relativamente bassi, rispetto a quelli medi che si incontrano nelle loro province. I rustici sono stati di conseguenza meno penalizzati dalla stretta creditizia in atto. Un altro elemento è fornito da una componente di domanda in età di pensione, quota crescente in Italia, che decide di cambiare stile di vita o di tornare al paese natio. Sono soluzioni privilegiate peraltro dalle nuove tendenze in atto, di turismo enogastronomico, di ricerca di agriturismi, di vita a contatto con la natura e spesso sono collocate a 15-20 minuti dal mare, consentendo comunque qualche puntata sulla costa. In questo segmento poi anche gli stranieri (inglesi, tedeschi, olandesi, etc) giocano un ruolo importante. I tagli ideali richiesti sono intorno ai 100 mq, con spazi verdi e una certa privacy.

 

COSTRUZIONI IN SARDEGNA

E’ stato presentato il terzo Rapporto sul settore delle costruzioni in Sardegna. L’industria delle costruzioni sarda ha subito nel corso del 2008 una flessione maggiore rispetto a qu ella nazionale. Anche nel 2009 le stime sono fortemente negative, i livelli produttivi si riducono ulteriormente e secondo le l’ANCE, gli investimenti in costruzioni in Italia si ridurranno del 10,9%. Leggi articolo...

 

AGEVOLAZIONI PER LA PRIMA CASA

Secondo quanto disposto dalla Cassazione Civile, attraverso l’Ordinanza n.15426 del 1° luglio 2009. le agevolazioni fiscali per l'acquisto della prima casa in comunione legale, si applicano anche nei confronti del coniuge non titolare dei relativi requisiti previsti dalla legge. Leggi articolo...

 

TEMPI DI VENDITA

Un'analisi realizzata dall'Ufficio Studi Tecnocasa ha preso in esame l'andamento dei tempi medi di vendita degli immobili nell'ultimo anno. Il periodo analizzato va da Giugno 2008 a Giugno 2009. Si sono considerate le grandi città ed i rispettivi hinterland e i capoluoghi di provincia. Leggi articolo...

 

FIDUCIA NELLE COSTRUZIONI

Secondo l’inchiesta condotta dall’ISAE su un panel di circa 500 imprese, a giugno il clima di fiducia, considerato al netto dei fattori stagionali e calcolato in base 2000=100, non subisce variazioni significative: l’indice infatti passa da 74.9 a 74.8 rimanendo, sostanzialmente stabile rispetto al mese scorso. Leggi articolo...

 

LOCAZIONI DI UFFICI

Difficoltà per il mercato delle locazioni di uffici a Milano nella prima parte dell’anno, Roma rimane caratterizzata da una relativa stabilità di domanda e offerta. Leggi articolo...

 

IN AUMENTO CROSS BORDER IN EU

Secondo il nuovo European Capital Markets Bulletin di Jones Lang LaSalle, le attività di investimenti immobiliari sono cresciuta fortemente raggiungendo il 52% del totale del volume degli investimenti commerciali diretti, rispetto alla quota del 27% raggiunta nel primo trimestre 2009, segnalando un forte interesse da parte di investitori internazionali e dell’area paneuropea. Leggi articolo...

 

DEBITI, MUTUI E FAMIGLIE ITALIANE

Anche se i liquidi continuano a scarseggiare, le famiglie italiane ricorrono un pò meno al credito al consumo. E quando lo fanno, ammettono che è per “necessità” e non certo per rinnovare i mobili di casa. Il quadro, meno preoccupante che in passato ma sempre “serio”, emerge dallo studio Confcommercio-Censis su “Clima di fiducia ed aspettative delle famiglie italiane” presentato il 22 luglio scorso a Roma. Leggi articolo...

 

MERCATO IMMOBILIARE DELLE ISOLE

Il mercato immobiliare turistico italiano ha segnalato una diminuzione delle quotazioni del 3,9%, nel secondo semestre del 2008. L'analisi per macroarea delinea uno scenario che vede la contrazione più sensibile nelle località turistiche del Centro (-5,1%), seguite da quelle del Sud Italia con -3,8% ed infine le località del Nord Italia con un calo del 3,3%.

Chi cerca la seconda casa si orienta soprattutto sui bilocali e sui piccoli trilocali dotati di vista mare, giardino o terrazzo e possibilmente situati in prossimità di spiagge e servizi.

 

I MUTUI IN USA

Le leggi introdotte dall'amministrazione Obama, per rinegoziare i mutui immobiliari e renderli meno onerosi per i debitori, sembrano funzionare. Leggi articolo...

 

RISCATTO DI UN LEASING ABITATIVO

In presenza di un contratto di leasing, avente ad oggetto un immobile ad uso abitativo, il relativo riscatto configura un’operazione esente da Iva, alla quale si applicano l’imposta di Registro del 7%, l’imposta Ipotecaria del 2% e l’imposta Catastale dell’1%. Leggi articolo...

 

CONSIDERAZIONI SUL MERCATO IMMOBILIARE

Il ciclo immobiliare è cambiato in molti paesi europei già a partire dalla fine del 2007, per ragioni che cambiano da paese a paese. Leggi articolo...

 

IL MERCATO IMMOBILIARE DEI LAGHI

Nella seconda parte del 2008 le quotazioni immobiliari delle principali località sul lago sono diminuite del 4,2%. Leggi articolo...

 

SECONDE CASE IN PIEMONTE

I flussi turistici dal 2000 ad oggi hanno visto in Piemonte un incremento del 43% delle presenze e di oltre il 37% degli arrivi, con un trend che cresce più in fretta della media nazionale. Leggi articolo...

 

MUTUI IN CALO IN GRAN BRETAGNA

Le richieste di mutui in Gran Bretagna tendono a crescere meno delle attese, con la stretta creditizia che sta portando le banche a concedere il minor numero di nuovi prestiti mai registrato dal 1993 a oggi. Secondo dati della Bank of England , a maggio sono stati infatti accesi 43.414 nuovi mutui, contro i 43.191 mutui accesi ad aprile, ben al di sotto dei 46 mila attesi mediamente dagli economisti britannici.

 

MANOVRA ESTIVA E MUTUI

Nel caso in cui la surroga del mutuo non si perfezioni entro il termine di 30 giorni dalla data di richiesta del debitore, la banca cedente è comunque tenuta a risarcire il cliente in misura pari all'1% del valore del mutuo per ciascun mese o frazione di mese di ritardo. Leggi articolo...

 

ISAE : IN RIPRESA LA FIDUCIA DEI COSTRUTTORI

Dopo il ridimensionamento registrato nei mesi di marzo e di aprile, la fiducia delle imprese di costruzione torna a mostrare qualche segnale di ripresa. Leggi articolo...

 

INDAGINE DI TECNOBORSA A ROMA

Il Centro Studi sull'Economia Immobiliare di Tecnoborsa ha elaborato per la Borsa Immobiliare di Roma un'analisi, realizzata intervistando 800 famiglie romane, sul mercato immobiliare, che analizza compravendite, locazioni e accesso ai mutui effettuati nel biennio 2007-2008, nonché fornisce interessanti previsioni per l'anno in corso ed il prossimo. Leggi articolo...

 

TASSO EURIBOR

E' sceso l'Euribor a tre mesi, il tasso che le banche applicano fra loro per i prestiti trimestrali nella valuta europea. E' calato di un punto base all'1,21%. L'Eur ibor a una settimana è calato di due punti base allo 0,87% e quello a un mese di un punto base allo 0,93%. I dati sono rilevati dall'European Banking Federation.

 

IMMOBILIARE NON RESIDENZIALE 2008

Nel secondo semestre del 2008 il settore immobiliare non residenziale ha segnalato una contrazione sia delle quotazioni immobiliari che dei canoni di locazione. Anche il numero delle compravendite ha registrato un sensibile ribasso con una diminuzione del 15,5% per gli uffici, dell'11,7% per i negozi e dell'8,7% per i capannoni. Leggi articolo...

 

RALLENTA LA CONCESSIONE DI CREDITO

Continua il trend di rallentamento del credito alle famiglie. La crescita delle consistenze complessive si è portata infatti ai minimi storici, registrando alla fine del 2008 un modesto +1,2% contro il +9,2% di fine 2007. Leggi articolo...

 

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA ED IN EUROPA

La difficile situazione economica mondiale ha avuto un impatto negativo anche sul comparto dei fondi immobiliari che, tuttavia, ha mostrato una tenuta migliore rispetto alla maggior parte degli altri strumenti di investimento. Leggi articolo...

 

BENEFICI PRIMA CASA PER AMPLIAMENTO

In arrivo buone notizie per i proprietari immobiliari. Secondo quanto precisato dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione Ministeriale n.142/E del 4 giugno 2009 il proprietario di un’abitazione può usufruire dei benefici «prima casa» qualora acquisti un’unità immobiliare contigua, al fine di realizzare un ampliamento dell`immobile originario, anche nel caso in cui non abbia goduto delle suddette agevolazioni per l`immobile di cui già risultava proprietario, poiché non ancora previste dalla normativa vigente. Leggi articolo...

 

RAPPORTO TASSI ABI

Il rapporto mensile dell’ABI rende noto che nel mese di maggio, il tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l'acquisto di abitazioni - che sintetizza l'andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni a tasso fisso e variabile - è sceso al 3,81%, in calo di 25 basis point rispetto al tasso del mese precedente che evidenziava un valore del 4,06%. Secondo l’Abi si tratterebbe di un ritorno ai livelli di tasso di dicembre 2005.

 

IL MERCATO DEI BOX

Nel secondo semestre del 2008 a livello italiano si evidenzia un calo delle quotazioni del 2.2% per i box e del 3.3% per i posti auto. Leggi articolo...

 

LA FAMIGLIA E LA CASA IN ITALIA

Il terzo rapporto “famiglia-reddito-casa” fa il punto della situazione su il «problema casa» in Italia. Leggi articolo...

 

IL MERCATO IMMOBILIARE DI GENOVA

Tecnocasa analizza il mercato di Genova. Nel corso del 2008 le quotazioni immobiliari di Genova sono diminuite del 7.6%, con un calo più sensibile nella seconda parte dell'anno pari a 3.1%. Leggi articolo...

 

LOCAZIONI: PIL E GETTITO FISCALE

“100 euro investiti nelle costruzioni residenziali generano 170 euro di reddito” confermano gli esperti Ricciardi e Boari. Oriana: “L’edilizia è l’attività a maggiore impatto sulla crescita economica e occupazionale”. Leggi articolo...

 

CEDOLARE SECCA: AUMENTO DEL PIL DELL’1%

In seguito ad una approfondita analisi sull’andamento degli investimenti immobiliari  in termini sia di nuove costruzioni, sia di ristrutturazioni negli ultimi decenni – andamento ciclico che si ripete all’incirca ogni 5-7 anni – e il relativo apporto all’economia del Paese (40 miliardi di euro il solo prelievo tributario complessivo dagli immobili), ci si vuole soffermare ora su alcuni  fattori di successo e di crisi del settore, prestando particolare attenzione al comparto della locazione. Leggi articolo...

 

CONDONO EDILIZIO

Non sanabili le opere realizzate con titolo abilitativo annullato. Leggi articolo...

 

MERCATO IMMOBILIARE DI BARI

Sono in diminuzione del 5.2% le quotazioni di Bari nel corso del 2008, con una variazione del 2.3% nella seconda parte del 2008. Leggi articolo...

 

MERCATO IMMOBILIARE DI NAPOLI

Nel corso del 2008 le quotazioni immobiliari di Napoli sono diminuite del 6.8%, con un calo più sensibile nella seconda parte dell’anno (4.4%). Leggi articolo...

 

I MUTUI IPOTECARI NEGLI USA

Negli Stati Uniti sono in calo le richieste di mutui ipotecari. La diminuzione si attesta su un 8,6% la scorsa settimana, trainati dal forte calo dei rifinanziamenti nonostante la flessione dei tassi di interesse sui prestiti immobiliari. L'indice generale è sceso a quota 895,6 da 979,7 della settimana precedente. Nel dettaglio, la componente dell'indice relativa alle domande di rifinanziamento - con cui gli americani alimentano la propria liquidità - ha registrato un ribasso dell'11,2%,mentre le richieste di mutuo per l'effettivo acquisto di un immobile sono aumentate di appena lo 0,5%. Il tasso medio sui mutui trentennali è sceso al 4,76% dal 4,79% della settimana precedente. A fine marzo il tasso sui mutui a trenta anni aveva toccato il minimo del 4,61%.

 

IL MERCATO IMMOBILIARE A TORINO

In diminuzione del 5.6% le quotazioni degli immobili a Torino nel corso del 2008, con un calo più sensibile nella seconda parte dell'anno (-3.9%). Negli ultimi sei mesi del 2008 i quartieri del centro della città hanno segnalato una diminuzione delle quotazioni del 3.3%. Si registra una situazione d'attesa da parte dei potenziali acquirenti che, se non hanno l'urgenza di cercare l'abitazione, preferiscono aspettare prima di comprare fino a quando non raggiungono rapporto prezzo-qualità desiderato. Leggi articolo...

 

IL MERCATO IMMOBILIARE TURISTICO

Da più di 5 anni cresce il valore immobiliare delle seconde case, ed oltre il 40% degli italiani acquista immobili ad uso turistico facendo ricorso ai mutui. Il mercato immobiliare turistico tiene e continua l’aumento degli immobili messi in vendita (+4,2%). Lieve diminuzione dei prezzi di compravendite immobiliari in molte località turistiche, in calo il numero delle transazioni (-10,8%). Leggi articolo...

 

ANALISI DEL MERCATO DELLE LOCAZIONI

Nel secondo semestre del 2008 il mercato delle locazioni segnala, a livello nazionale, una contrazione dei canoni di -1.3% sui bilocali e di -0.7% sui trilocali. Nelle grandi città la flessione è stata più marcata con -1.9% per i bilocali e di -2.1% per i trilocali. In tutte le realtà metropolitane si sono registrate contrazioni dei valori, ad eccezione di Bari dove, solo sui bilocali si è registrato un aumento dello 0.7%. Bologna è stata la città dove i canoni di locazione sono scesi maggiormente con -4.2% per i bilocali e -3.7% per i trilocali. Leggi articolo...

 

ALBERGHI: TORNA DI MODA L'AFFITTO

Il mercato degli investimenti alberghieri in Europa, Medio Oriente ed Africa (EMEA) ha registrato un primo trimestre decisamente debole con un volume di transazioni pari a circa €700 milioni. Il valore rappresenta un calo dell ’81% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, anche se va ricordato che i valori registrati in quel periodo erano particolarmente alti rispetto al volume totale transato nei successivi mesi del 2008. Ricerca elaborata in data 4 Maggio 2009 da Jones Lang Lasalle Hotels. Leggi articolo...

 

NUOVE REGOLE PER I MUTUI

L'Agenzia delle Entrate precisa che , sono esclusi dalle nuove regole sulla deducibilità non solo gli interessi passivi relativi a finanziamenti per la costruzione o ristrutturazione di immobili destinati alla vendita (”beni merce”), ma anche quelli connessi a prestiti per la realizzazione di lavori su commessa, quando, in virtù di una corretta applicazione dei principi contabili, possono incrementare il valore delle rimanenze dei lavori. Pertanto, a tale condizione, questo tipo di interessi passivi è pienamente deducibile, non rientrando nelle limitazioni im poste dall’art. 96 del TUIR. ANCE Associzione Nazionale Costruttori propone, infine, un quadro sulla deducibilità degli interessi passivi per i finanziamenti contratti da imprese per l’acquisto o la costruzione di immobili, con particolare riferimento alla loro destinazione. I casi analizzati sono: acquisizione di immobili strumentali, costruzione e ristrutturazione di “beni merce”, esecuzione di lavori su commessa e acquisizione di “immobili patrimonio”.

 

BANCA D' ITALIA: NUOVE REGOLE PER I TASSI

Banca d'Italia ha comunicato alcune delle principali nuove regole per la rilevazione dei tassi effettivi globali medi. Tra queste ci sono: l'inclusione della commissione di massimo scoperto e degli oneri sostitutivi nel calcolo del tasso secondo la nuova normativa (legge 2 del 28 gennaio 2009), l'inclusione nel calcolo del tasso di tutti gli oneri connessi con l'erogazione del credito, per uniformare, ove possibile, la base di calcolo del TEG a quella del TAEG , prevista dalla Direttiva del Credito al Consumo.

 

LA CRISI COLPISCE LE COSTRUZIONI

ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili Lombardia ha presentato la terza edizione del Rapporto Congiunturale sull’industria delle costruzioni in Lombardia, che analizza i risultati del 2008 e le stime di un’indagine straordinaria il 2009, realizzata per la particolare situazione di difficoltà che sta vivendo il settore a seguito della crisi economico finanziaria. I dati emersi dall’indagine indicano per il 2008 una riduzione degli investimenti in costruzioni in Italia pari a -2,3% in termini reali rispetto all'anno precedente. Leggi articolo...

 

IN RECUPERO LA FIDUCIA DEI COSTRUTTORI

Secondo l’inchiesta condotta dall’ISAE su un panel di circa 500 imprese, a febbraio il clima di fiducia, considerato al netto dei fattori stagionali e calcolato in base 2000=100, sale da 67,2 a 75, tornando al di sopra dei valori medi del quarto trimestre dello scorso anno. Tra le variabili componenti il clima di fiducia i giudizi sui piani di costruzione registrano un forte miglioramento così come recupera il saldo delle prospettive sull’occupazione. Leggi articolo...

 

IL MERCATO DEI MUTUI IN ITALIA

Il quadro economico italiano, caratterizzato da un calo della produzione e dei consumi, ha condizionato il mercato dei mutui ipotecari destinati alle famiglie per l'acquisto di abitazioni. La crisi che ha colpito il sistema finanziario internazionale ha portato ad interventi senza precedenti che hanno cambiato il modo di fare business di molte banche, indirizzandole ad una maggiore attenzione nella valutazione del rischio. Leggi articolo...

 

LE PREFERENZE DEGLI ITALIANI

In base ai dati raccolti nei primi 3 mesi del 2009 (dal 1/1/09 al 31/03/09) il mercato immobiliare italiano registra una diminuzione dei prezzi. Sotto il profilo delle quotazioni, il mercato residenziale registra un calo dei prezzi sia nei centri cittadini sia nelle zone semicentrali e periferiche, pari al 7-8% circa a livello nazionale. Il dato più significativo del trimestre è dato da una leggera diminuzione dei tempi medi di vendita (poco meno di 6 mesi rispetto agli oltre 6 mesi dell'ultimo trimestre dell'anno precedente), effetto della diminuzione delle quotazioni immobiliari. Leggi articolo...

 

IN RIBASSO LE QUOTAZIONI DEGLI IMMOBILI

In Italia, come altrove, si accusano i colpi della crisi finanziaria e calano i prezzi delle case. Secondo un'analisi basata sull'osservazione di più di 3.000.000 immobili, nel 2009 i prezzi del mercato immobiliare italiano sono scesi, superando in alcuni casi anche il 40%: si tratta naturalmente di occasioni da valutare singolarmente, ma che sono indicative del momento attuale di mercato. Leggi articolo...

 

ANTICRISI E TETTO DEL 4% SUI MUTUI

La legge. n. 2/2009 di conversione del decreto legge n. 185/2008, meglio conosciuto come “decreto anti-crisi”, ha stabilito che gli interessi sui mutui a tasso variabile, contratti o accollati sino al 31.10.2008, per tutto il corso del 2009, dovranno essere corrisposti dai mutuatari nel limite del 4%. Leggi articolo...

 

RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI

Nel caso in cui si effettui la rivalutazione solo ai fini civilistici dei beni immobili d’impresa, introdotta dall’art. 15, commi 16-23 del D.L. 185/2008, convertito con modificazioni in Legge 2/2009, il saldo attivo generato non sarà considerato in sospensione d’imposta e, pertanto, verrà tassato solo in caso di distribuzione in capo ai soci. Leggi articolo...

 

LE FAMIGLIE E L'INDEBITAMENTO

Secondo gli ultimi dati rilevati, le famiglie italiane continuano ad indebitarsi attraverso i prestiti personali, infatti le rilevazioni relative al 2008 indicano che la crescita è continua: +1,4 % rispetto al 2007, anche se nell'ultimo trimestre si è registrata una lieve diminuzione (-0,3%) rispetto allo stesso trimestre del 2007. Leggi articolo...

 

MERCATO IMMOBILIARE PRIMO TRIMESTRE 2009

Il mercato immobiliare italiano non smette di frenare nei primi 3 mesi del 2009 ad eccezione di Roma e Milano che tengono, con valori positivi tanto per la domanda quanto per gli immobili, grazie alle forti richieste di bilo e trilocali in città che, insieme, rappresentano oltre il 60% del mercato. I valori dell'Indice REplat nazionale sottolineano, tra gennaio e marzo, un calo dell'offerta del 6,96% che a fine trimestre si è attestata sul +3,59% (a inizio anno era a +10,55%). Leggi articolo...

 

BNP PARIBAS REIM SGR NUOVA OPERAZIONE

Continua la dismissione dei patrimonio immobiliare del fondo in liquidazione Portfolio Immobiliare Crescita. Il fondo gestito da BNP Paribas REIM SGR p.A. ha venduto a Mediolanum Gestione Fondi SGR p.A., in particolare al fondo Mediolanum Real Estate, un immobile a destinazione uffici ubicato a Corsico (MI). L’operazione è stata conclusa ad un prezzo di 23 milioni di euro registrando una plusvalenza pari a 3,33 milioni rispetto al costo storico (+16,96%) e un - 8,37% rispetto al valore di stima al 31.12.2008. A seguito della vendita, sarà effettuato un rimborso parziale pari a 284 euro per ciascuna delle 69.200 quote di partecipazione.

 

ROBERTO FORMIGONI VARA IL PIANO CASA

Nel 2009 la Regione Lombardia finanzierà programmi e interventi per rispondere al bisogno abitativo con 316 milioni di euro, di cui circa 79 sono la parte che il Piano casa nazionale destina alla Lombardia. Lo ha annunciato il presidente Roberto Formigoni. Il pacchetto casa 2009 è così articolato: 102 milioni per il Fondo sostegno affitti (51 milioni in pagamento per il 2008 e altrettanti stanziati per il 2009); 47 milioni per l'acquisto o la ristrutturazione della prima casa (ne potranno beneficiare 7.835 famiglie); 22 milioni per il "bando emergenza abitativa", cioè la realizzazione in tempi rapidissimi di 350 alloggi a canone sociale e moderato; 14 milioni per il "bando Sacc" (Servizi abitativi a canone convenzionato) destinato alla costruzione di 700 alloggi a canone convenzionato; 52 milioni per completare la riqualificazione di 500 alloggi in varie province lombarde; 79 milioni del Piano Casa Nazionale per realizzare, attraverso Comuni e Aler, 1.147 nuovi alloggi. «Sono cifra importanti - ha detto Formigoni - che testimoniano tutta l'attenzione che, come Governo regionale, riserviamo al tema della casa. Se presentando il piano edilizio ci eravamo occupati delle possibilità che la nuova norma nazionale riserverà a chi è già proprietario, con questo nostro piano mettiamo a disposizione di chi non ha una casa o di chi non riesce a pagare i canoni d'affitto fondi che possano aiutare a risolvere un problema molto sentito».

 

BUONE NOTIZIE DALL'ECOFIN

Lo scorso 10 marzo è stata, infatti, riconosciuta la possibilità per i Paesi membri dell’UE di ridurre in via permanente l’aliquota IVA per le prestazioni di servizi ad alta intensità di manodopera. Tra questi rientrano gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni. Ricordiamo che l’applicazione del regime fiscale agevolato subisce delle limitazioni con riferimento ai materiali che costituiscono una parte significativa del valore del servizio reso, ossia per i cosiddetti “beni di valore significativo”, tassativamente elencati nel D.M. 29 dicembre 1999. Per questi, l’aliquota ridotta si applica fino a concorrenza del valore complessivo della prestazione relativa all’intervento di recupero, al netto del valore dei beni medesimi. L’Amministrazione finanziaria nella Circolare n.247/E del 29 dicembre 1999 ha affermato che nell’ipotesi in cui siano utilizzati, nel quadro dell’intervento, beni di valore significativo, il contribuente deve indicare in fattura il corrispettivo del servizio (soggetto ad IVA al 10%) al netto del valore dei detti beni ed, inoltre, distintamente, la parte del valore dei beni stessi cui è applicabile l’aliquota ridotta e l’eventuale parte soggetta all’aliquota del 20%. Resta fermo che per gli interventi più incisivi di recupero l’aliquota IVA ridotta al 10% si applica, in via permanente, per gli interventi eseguiti su tutte le tipologie di fabbricati (residenziali e non), in base al n.127-quaterdecies della Tabella A, parte III, del D.P.R. 633/1972.

 

AGENZIA DEL TERRITORIO

L’Agenzia del Territorio ha pubblicato la nota trimestrale, che analizza i volumi delle compravendite effettuate in Italia nel corso del IV trimestre 2008, e che fornisce anche uno studio sull'intero anno. La nota trimestrale evidenzia che nel 2008 il volume di compravendite complessivo è stato di 1.519.796 transazioni (NTN) con un decremento, pari a -13,7% sul 2007. Il calo delle compravendite risulta generalizzato per i diversi settori. Il settore residenziale con 686.587 NTN diminuisce del 15,1%, il terziario, 17.988 NTN, è in calo del 15,5%, il commerciale con 45.283 compravendite, risulta in calo del 11,7%, il settore produttivo con 15.398 NTN cala del 8,7%, il mercato delle pertinenze, con 538.948 NTN, si ridimensiona sensibilmente con un calo del 12,3% , infine la categoria “Altro” con 215.592 NTN registra un calo del -13,3%. L'andamento dell'indice del NTN mostra un trend nettamente in calo a partire dal 2007 per tutti i settori, con il commerciale ed il terziario che risultavano in calo già dal 2006. Nel quinquennio riportato in figura il volume di compravendite si è contratto mediamente del 11,5%, rispetto al 2004. Il settore più stabile è il produttivo con un calo intorno al 4% sul 2004, mentre quello con perdite maggiori è il commerciale, -18,3% circa. Il residenziale, analogamente alle pertinenze, si contrae del 14% circa rispetto al 2004. Il settore residenziale (686.587) risulta in sensibile calo (-15,1%), maggiormente accentuato per i comuni non capoluogo (-15,7%), rispetto ai capoluoghi che registrano invece un decremento del -13,8%. Analizzando le singole macroaree si evidenzia come il calo sia di minore intensità al Sud.

 

DETRAZIONE IRPEF PER CONVIVENTE

L’Ance spiega che anche il convivente non legalmente sposato è legittimato alla fruizione della de trazione Irpef del 36% per le spese effettivamente sostenute per opere di ristrutturazione edilizia. Questo quanto sancito dalla Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, con la Sentenza 5 novembre 2008 n. 26543, in cui viene equiparata la posizione del convivente “more uxorio” a quella del coniuge convivente, ai fini della detrazione Irpef del 36% sulle spese di ristrutturazione edilizia. Secondo l’Ance nel caso in esame della Corte di Cassazione, un contribuente aveva chiesto la detrazione Irpef sulle spese di ristrutturazione da lui sostenute, pur non risultando residente, alla data di comunicazione di inizio lavori, nel Comune in cui era sito l’immobile oggetto degli interventi. Nel caso di specie, il diritto alla detrazione non è stato riconosciuto, non per il fatto che il convivente non fosse legalmente sposato, ma per l’assenza del presupposto essenziale del possesso o della detenzione dell’immobile. In tal ambito, viene ribadito altresì che l’agev olazione compete eventualmente al comodatario solo in presenza di un contratto di comodato debitamente registrato. La pronuncia in questione assume rilevanza in ordine all’individuazione dei soggetti che hanno diritto alla detrazione Irpef del 36%, in quanto la Suprema Corte di Cassazione perviene all’espressa assimilazione del rapporto di convivenza “more uxorio” a quella di coniugio. In sostanza, si ammette tra i soggetti legittimati alla fruizione della detrazione, non solo il coniuge convivente col titolare dell’immobile ristrutturato, ma anche il convivente “more uxorio”.

 

ISTAT : INDICE DI COSTRUZIONE

L’Istituto nazionale di statistica comunica che nel quarto trimestre del 2008 l’indice del costo di costruzione di un fabbricato residenziale, con base 2000=100, è risultato pari a 133,5, registrando una variazione di più 0,1 per cento rispetto al trimestre precedente e di più 4,3 per cento rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente. L’indice misura la variazione dei costi diretti di realizzazione di un fabbricato residenziale prendendo in considerazione la mano d’opera, i materiali e i trasporti e noli necessari alla sua realizzazione. L’indice mensile è risultato pari a 133,5 nei mesi di ottobre e novembre e pari a 133,4 nel mese di dicembre 2008; la variazione congiunturale è risultata pari a più 0,2 per cento in ottobre, nulla in novembre e a meno 0,1 per cento in dicembre. Rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente, sono stati registrati incrementi del 4,5 per cento in ottobre, del 4,2 per cento in novembre e del 4,1 per cento in dicembre. La variazione della media degli indici del 2008 rispetto a quella del 2007 è risultata pari a più 3,6 per cento. Analisi per gruppi e categorie di costo: le medie degli indici di gruppo del quarto trimestre del 2008, confrontatecon quelle del trimestre precedente, hanno segnato variazioni di più 0,4per cento per la mano d’opera, meno 0,4 per cento per i materiali e più1,3 per cento per i trasporti e noli. Rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente, si sono registrate variazioni del più 5,2 per cento per la mano d’opera, più 3,3 per cento per i materiali e più 5,5 per cento per i trasporti e noli.

 

COSTITUITA FEDERCOSTRUZIONI

E’ stato firmato a Roma l’atto costitutivo di Federcostruzioni. Si tratta di una federazione, aderente a Confindustria, atta a rappresentare al mondo politico, economico e istituzionale gli interessi comuni della filiera delle costruzioni con l’obiettivo di promuovere condizioni più favorevoli per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale nell’ambito di un rafforzamento delle rappresentanze del settore. A Federcostruzioni aderiscono Federazioni e associazioni di categoria espressione del settore delle costruzioni civili nei comparti edile, industriale e infrastrutturale, delle tecnologie elettriche ed elettroniche, delle tecnologie meccaniche, dei materiali e dei prodotti - comprensivi di posa in opera, dei componenti e dei servizi del processo costruttivo, della progettazione, dell’impiantistica afferente alle costruzioni civili. I soci costituenti sono: ANCE Associazione Nazionale Costruttori Edili; ANIE Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche; ANIMA Federazione delle Associazioni nazionali dell’industria Meccanica Varia ed affine; FEDERCHIMICA Federazione Nazionale Industrie Chimiche; FEDERBETON Federazione delle associazioni di impresa dei materiali e dei manufatti a base cementizia, semplici e armati; FEDERLEGNO-ARREDO Federazione Italiana delle industrie del legno, del sughero, del mobile e dell`Arredamento; OICE Associazio ne delle Organizzazioni di Ingegneria e Consulenza Tecnico Economica.zioni civili, Materiali per le costruzioni, Progettazione. Il primo mandato di Presidenza (2 anni, rinnovabile per un secondo mandato) verrà ricoperto dal presidente dall’Ance Paolo Buzzetti.

 

 

NOMISMA: PRIMO RAPPORTO 2009

Nel 2008 e, in particolare nell’ultimo trimestre dell’anno, la maggior parte dei paesi più sviluppati ha visto calare, assieme al fattore fiduciario, il reddito prodotto, con la conseguenza di una brusca frenata dell’economia mondiale.Il peggioramento dell’intonazione economica mondiale ha imposto la revisione al ribasso delle stime prodotte sulla crescita del PIL per il 2009 ed il 2010. Leggi articolo...

 

IVA, CESSIONI E RISTRUTTURAZIONI

L’Ance spiega che la cessione di fabbricati ristrutturati è comunque imponibile ad IVA quando effettuata entro quattro anni dall’ultimazione dei lavori, anche se l’intervento edile non era strettamente necessario a recuperare lo stato di degrado degli immobili. Leggi articolo...

 

SFRATTI PER MOROSITA' IN AUMENTO

Di Pierpaolo Molinengo. Secondo i dati resi noti dal Sunia, oggi il comparto in affitto privato è caratterizzato dalla sempre più forte difficoltà delle famiglie che non riescono a sostenere gli attuali livelli di mercato. Leggi articolo...

 

TECNOBORSA & BANCA D'ITALIA:

peggiora il quadro congiunturale. Di Pierpaolo Molinengo. Tra metà gennaio e metà febbraio 2009 si sono svolte le interviste del sondaggio congiunturale presso gli agenti immobiliari sul mercato delle abitazioni in Italia, condotto congiuntamente da Banca d’Italia e Tecnoborsa. Leggi articolo...

 

Torna alla Home Page>>

Archivio News Blog Assoconsulenza >>

Archivio News I semestre 2008>>

Archivio News II semestre 2008>>

 

 

Sede Legale Internazionale 521 Fifth Avenue New York USA 

Sede Legale Nazionale Piazza Affari, Via della Posta 8 Milano Italia

Telefono Numero Verde 800 13 47 54

info@assoconsulenza.eu

 

Partner web

Miludasite Mark agency

 

ASSOCIAZIONE - SOCI - FORMAZIONE - GALLERIE - LINKS

Stefano M. Masullo

ASSOCIAZIONE

SOCI

FORMAZIONE

GALLERIE

LINKS

banner5febred

Rassegna Stampa

Pubblicazioni

Attestazioni e Riconoscimenti

Normativa MIFID

Convegno MIFID

MIFID e Classificazione Clientela

Tutela del Consulente

Professione Consulente

Hedge Fund e Forex

Il Mercato Forex

Osservatorio Finanziario

APPROFONDIMENTI

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Valutario

a cura di Cesare Mallia, Sintesi Consult

Osservatorio IFIIT

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

I Consigli di Stefano M. Masullo

a cura di Stefano M. Masullo, Eurosopa

a cura di Eugenio Benetazzo, benetazzo

Osservatorio Materie Prime

a cura di Massimo D'Ambrosio

Contributi Soci Assoconsulenza

a cura di Stefano M. Masullo, Eurosopa

Archivio News Blog Assoconsulenza >>

Scheda di Iscrizione

Il Caso Assoconsulenza

Lettera a Romano Prodi

Angelo Dejana

Namibia Report 2007

I Porti di Ulisse

De Vittori SA

Sintesi SpA

Il Mediatore Creditizio

Il Mediatore Creditizio 2

Relazione Annuale AIBE

DOCUMENTI

Banche Islamiche

Shirkah Finance

La crescita della Finanza Islamica

Finanza Islamica e Bahrein

Glossario di Finanza Islamica

Finanza Islamica a Milano

Presentazione Mohamad Bakkar

Presentazione Duncan Smith

Presentazione Federica Miglietta

Presentazione Vincenzo Paparo

Masullo su Shirkah Finance

Relazione Hatem Abou Said

Finanza Islamica su W&P Magazine

FINANZA ISLAMICA

Capitali Russi in Italia

Rossia Magazine

FINANZA IN RUSSIA

Osservatorio Legale

a cura di Rosanna Cafaro, rosannacafaro.it

W&P Magazine

Calendario 2009

Archivio W&P

Rassegna Stampa W&P

WORLD & PLEASURE MAGAZINE

a cura di Nicola Antonucci, ComplexLab.com

Osservatorio Scenari Complessi

Fuori dal Coro

a cura di Onelio O. Francioso

Osservatorio Astrofinanza

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Luxury

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Protagonisti

a cura di Pierpaolo Molinengo, newspages.it

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a

Osservatorio Immobiliare

a cura di Salvatore Gaziano, moneyreport.it

Osservatorio Money

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2

Osservatorio Fiscale

a cura di Stefano M. Masullo, wap-mag.com

Osservatorio Normativo

AnimatedModernSignNew1
AnimatedModernSignNew1a
shirkahmini
copertinamini
RossiaCopertina012008
wap06
AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a
AnimatedModernSignNew1b

a cura di Gianfranco Chierici, unisfoa.ch

Osservatorio ISFOA

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a1
AnimatedModernSignNew1a1

a cura di Fabio Sipolino, financialpolis.com

Osservatorio FINANCIAL POLIS

AnimatedModernSignNew1a2a2a3a2a1b
wap06a
ASSOCONSULENZA